La melanzana è un potente antiossidante, combatte i radicali liberi nel corpo, aiuta a diminuire il colesterolo e favorisce il corretto funzionamento del sistema cardiovascolare

Un frutto che la Sicilia ha accolto e trasformato in piatti che raccontano la cucina della Dieta Mediterranea. Semplicemente ricca di gusto e sapore, alleata preziosa della nostra salute ed ospite gradita delle nostre tavole in estate.

La melanzana è un ortaggio, cioè un prodotto dell’orto che apporta all’alimentazione umana buone quantità di vitamine, sali minerali, oli essenziali ed enzimi importanti per l’organismo.

Ricche di biodiversità, nella forma tonda, lunga, ovale, striata, bianca, nera, viola è uno degli ortaggi più utilizzati in cucina, noi preferiamo il consumo della Melanzana di stagione, ma il prodotto, coltivato in serra è disponibile quasi tutto l’anno. In cucina le melenzane sono fritte nella famosissima Pasta alla Norma e nella succulenta parmigiana di melanzane, nonché nella caponata, uno dei più noti contorni siciliani. Molto comune è l’uso delle melanzane come condimento per secondi, ad esempio nella preparazione delle melanzane ammuttunate (ovvero ripiene) che vengono unite ad acciughe, caciocavallo e cotte in salsa di pomodoro o ancora nelle polpette siciliane insieme a parmigiano e pecorino. Non dimentichiamo inoltre le classiche melanzane alla griglia condite con olio EVO, aceto, aglio, origano e mentuccia. 

La melanzana è il frutto di una pianta annuale della famiglia delle Solanacee originaria delle zone calde di India e Cina. Sconosciuta agli antichi greci e latini, la melanzana fu portata nell’area mediterranea dagli arabi nel Medioevo e oggi è coltivata in Italia nelle regioni meridionali, in modo particolare in Sicilia. Le melanzane, mele insane, devono il loro nome alla presenza della solanina (una sostanza tossica) che conferisce all’alimento il gusto leggermente amarognolo. In cucina, la eliminiamo facendola spurgare con il sale almeno un paio di ore in modo che la polpa rilasci il liquido più amaro. Consigliamo di non eliminare la buccia perché questa azione farebbe perdere il valore salutistico degli antociani presenti in essa, responsabili del colore blù‐nero del frutto.

Per la sua capacità di assorbire bene i grassi alimentari, si presta a preparazioni ricche e saporite. La melanzana è povera di calorie e ricca di acqua. Facilita quindi la diuresi ed è un ottimo coadiuvante delle funzionalità del fegato.

Le melanzane sono ricchissime di minerali, in particolare potassio, fosforo e magnesio.  Contengono inoltre una buona quota di vitamine, in particolare vitamina A, vitamine del gruppo B, vitamina C, vitamina K e vitamina J. Le melanzane sono ricchissime di acqua e, per questo motivo, possono essere considerate un alimento depurativo, utile in caso di ritenzione urinaria. Sono poco caloriche e ricche di fibre. Le melanzane, inoltre, stimolano la produzione di bile e aiutano a mantenere sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue. Come tutti i vegetali di colore viola, le melanzane sono ricche di antiossidanti che ci aiutano a crescere in salute e ad invecchiare con successo proteggendo in maniera naturale la salute dell’intestino, del sistema cardiovascolare, del fegato e dell’apparato urinario.

Recommended Posts