Tra i reparti del supermercato possiamo trovare molti prodotti che possono aiutarci a stare meglio, a cominciare, ad esempio, dal pesce.

Le vongole, indispensabile fonte di ferro, consumate anche solo una volta ogni quindici giorni, assicurano il giusto apporto di questo prezioso minerale.

Rimanendo nel reparto del pesce, lo sgombro, per esempio, si può considerare, a ragione, un buon integratore proteico e vitaminico, ricchissimo di Omega3, grassi indispensabili per contrastare il colesterolo e l’accumulo di tossine nel sangue.

Numerosi studi scientifici condotti su questo argomento evidenziano che tra gli effetti protettivi degli Omega 3, i più rilevanti sono sicuramente: un’azione antiaggregante piastrinica (effetto antitrombotico), con conseguente possibile riduzione di coaguli nel sangue, un controllo del livello plasmatico dei lipidi, soprattutto dei trigliceridi, e un controllo della pressione arteriosa, mantenendo fluide le membrane delle cellule e dando elasticità alle pareti arteriose.

Gli effetti principali, quindi, sono soprattutto legati alla protezione del cuore e del sistema circolatorio.

Fonti preziose di Omega 3  non sono solo alcuni pesci come sgombro, merluzzo, pesce spada, tonno, trota, sardina e aringa, ma anche i cereali, i legumi, l’olio di lino e le noci.  Queste ultime, ricche anche di ferro, calcio, magnesio, potassio, fluoro, rame, zinco, fosforo, sono un ottimo rimedio per combattere  l’astenia e per migliorare i risultati sportivi. 

Scegliere un prodotto da mettere nel nostro carrello dallo scaffale dedicato ai prodotti da forno, potrebbe essere una vero dilemma.

Il pane fa bene o male?

I biscotti, le merendine, come negarle ai nostri bimbi?

Niente paura, anche in questo caso, ci si arma di buon senso e si sceglieranno i prodotti con meno ingredienti, i meno elaborati.

Recommended Posts